Endodonzia

Trattamento e cura all’interno del dente

Il trattamento endodontico consiste nell’asporto della polpa del dente contenuta nella camera pulpare e nei canali radicolari, sostituendola con un materiale inerte, dopo un’attenta sagomatura – detersione dello spazio endocanalare.
L’otturazione delle radici dei denti, dopo trattamento delle stesse con strumenti dedicati e disinfettanti, viene effettuata con materiali biocompatibili come guttaperca e cemento. Un’ottima pulizia dei canali radicolari fa si che questo riempimento blocchi ogni passaggio ai batteri, favorendo la guarigione dell’elemento dentario. Una ricostruzione ermetica del dente farà poi in modo che non si verifichino altri attacchi batterici in futuro.

 

Endodonzia Frosinone: devitalizzazione e ritrattamento canalare

La Terapia Enododontica viene detta devitalizzazione quando si interviene su un dente con polpa ancora “viva”. Un evento patogeno (carie o trauma dentale) puo’ causare un’ alterazione irreversibile del tessuto pulpare, provocando l’infiammazione della polpa. In questo caso i sintomi presenti possono essere: dolore acuto, dente pulsante, aumento del dolore quando si è stesi, in particolare durante il sonno, sensazione di dolore estesa anche ai denti contigui, ipersensibilità a freddo e caldo. E’ necessario in questo caso procedere ad eliminare la polpa ed il materiale organico all’interno delle radici del dente e della camera pulpare, consentendo la disinfezione e la sigillatura degli spazi endodontici.

Si parla di Ritrattamento canalare, invece, quando la Terapia Endodontica parte da un dente già devitalizzato, che può essere sintomatico oppure no. In tal caso il medico apre il dente, elimina il materiale da otturazione già presente nei canali radicolari del dente, disinfetta, esegue un nuovo trattamento, andando così ad eliminare la causa che aveva scatenato l’insuccesso della terapia precedente non andata a buon fine.

Questo può avvenire se la terapia precedente non ha consentito una sufficiente disinfezione dei canali, oppure perché l’elemento dentale, non controllato nel tempo, ha subito un nuovo attacco batterico per la rottura del sigillo coronale.


Endodonzia Frosinone: ascesso e granuloma

Quando una lesione cariosa o un forte trauma interessano la polpa di uno o più elementi dentari, lo stato di infiammazione (pulpite) del fascio vascolo-nervoso del dente può peggiorare a tal punto da indurre nella polpa processi di necrosi. Il nervo e vasi sanguigni all’interno del dente “muoiono”, diventando un fertile terreno per la riproduzione batterica.
Per difendersi l’organismo mette in moto le proprie difese immunitarie dando vita ad una risposta infiammatoria dei tessuti esterni alla radice del dente (tessuti periradicolari), col fine di arginare l’infezione all’interno delle radici dentarie.
Questa infiammazione prende il nome di ascesso quando contiene pus, e può essere associata a forte dolore e gonfiore. Quando invece non è presente pus, la lesione è conosciuta come granuloma. Quest’ultimo può anche essere asintomatico, ed essere diagnosticato casualmente mediante radiografie di controllo.
Altri sintomi correlati ai fenomeni di necrosi della polpa possono essere: sensazione di dente allungato, dolore alla pressione, alla palpazione e alla masticazione. Il dente necrotico può presentare in determinati casi anche un’accentuata mobilità. La cura per i denti necrotici è sempre la terapia endodontica.


Endodonzia Frosinone: perché la terapia endodontica?

I motivi alla base dell’esecuzione di una Terapia Enododontica possono essere molteplici. Ne elenchiamo alcuni:

  • in presenza di una carie profonda che si spinge fino alla polpa. in questo caso il paziente può percepire un dolore abbastanza forte e l’unico modo per eliminarlo è la devitalizzazione del dente stesso;

  • in presenza di lesioni endodontiche (es:granulomi) all’apice di un dente, causate da una carie o da una cura canalare non corretta;

  • in presenza di denti che devono essere separati o ai quali deve essere asportata una radice;

  • a causa di una notevole sensibilità dentale (ad esempio agli stimoli termici), dovuta ad esempio ad uno stato avanzato di erosione o abrasione dei tessuti duri dentari.

endodonzia-frosinone

Richiedi la tua visita di valutazione